Finzione e realtà su AdSense. Parte VI: contenuto generato dagli utenti

giovedì 10 febbraio 2011 | 17:44

Labels: ,

Finzione: non devo essere ritenuto responsabile se gli utenti pubblicano contenuti sul mio sito o sulla rete che violano il regolamento di AdSense.

Realtà: sei responsabile della conformità di tutti i contenuti, compresi quelli generati dagli utenti quali post di forum, commenti a blog o feed esterni, con il regolamento AdSense di qualsiasi pagina o sito per cui hai attivato gli annunci AdSense.

Come illustrato nei post precedenti della serie, esaminiamo regolarmente i contenuti della rete di AdSense per garantire la sicurezza di inserzionisti, utenti e publisher visto che la qualità della rete ha un'importanza prioritaria per noi. Proprio come voi, i nostri publisher si aspettano che facciamo tutto quanto in nostro potere per rimuovere gli annunci indesiderati, mentre i nostri inserzionisti si aspettano standard elevati. Ad esempio, un'azienda che utilizza AdWords per pubblicizzare abbigliamento per bambini non desidera pubblicare i propri annunci accanto a contenuti violenti o destinati a un pubblico adulto. Per favorire la trasparenza relativa ai tipi di contenuti che violano le nostre norme, abbiamo pubblicato un elenco completo nel nostro Centro assistenza.

Accertarsi di essere conformi alle nostre norme può essere complicato quando si prendono in considerazione contenuti generati dagli utenti. Controllare centinaia (o addirittura migliaia) di video, post dei blog, foto, tweet e commenti ogni giorno può essere un compito smisurato. Tuttavia, voi siete gli unici responsabili di tutti i siti in cui avete posizionato il codice degli annunci, indipendentemente dal fatto che siate i proprietari o i creatori dei contenuti. Questo post del blog fornisce alcuni suggerimenti che vi consentiranno di evitare e monitorare eventuali violazioni delle norme sui contenuti.

Nella maggior parte dei casi, il primo passo dopo la violazione di una norma consiste nel generare una notifica di violazione per il sito. Le eccezioni includono le violazioni del DMCA e le violazioni gravi delle norme. Per ulteriori dettagli, consultare questa pagina. In seguito alla notifica iniziale, è necessario intraprendere un'azione, non è sufficiente rispondere all'avviso: occorre implementare soluzioni che garantiscano in modo proattivo la rimozione dei contenuti in violazione delle norme e l'aggiunta di nuovi contenuti alla rete o al sito che siano conformi alle nostre norme.

Siamo consapevoli del fatto che trovare la migliore soluzione per impedire la pubblicazione di contenuti problematici sul sito possa richiedere del tempo e desideriamo collaborare con voi per darvi il tempo necessario per trovare una soluzione. Qualora sia evidente che un publisher non riesca a effettuare questa operazione o in caso di violazioni gravi continue, l'account verrà disattivato. Google offre un processo di ricorso, tuttavia occorre ricordare che non è possibile collaborare con publisher che mettono a rischio gli inserzionisti (così come non è possibile per Google collaborare con inserzionisti che compromettono la sicurezza dei publisher).

Sappiamo quanto lavoriate per accertarvi che i siti offrano contenuti di qualità elevata e non contenuti per adulti, non originali o qualsiasi tipo di contenuto che violi le nostre norme e desideriamo ringraziarvi per il vostro lavoro. Quando gli inserzionisti, i publisher e gli utenti sanno di potersi fidare dell'integrità del nostro ambiente pubblicitario, ne escono tutti vincitori.