Approfondimenti per i publisher: i 5 princìpi dell'esperienza utente - Parte 1

martedì 20 novembre 2012 | 11:43

Labels:

Questo è il primo post, di una serie in tre parti, in cui vengono evidenziati i cinque princìpi dell'esperienza dell'utente, che vanno presi in considerazione per creare il proprio sito.
L'applicazione di questi princìpi contribuirà ad offrire un'ottima esperienza agli utenti del sito.

L'esperienza dell'utente può determinare il successo od il fallimento del sito.
Dal momento che possono esistere molti altri siti che offrono servizi simili al vostro, è importante differenziare il proprio sito, in modo da renderlo più attraente agli occhi degli utenti, offrendogli una migliore esperienza di navigazione. Dato che l'attenzione degli utenti è limitata, avrete a disposizione solo pochi secondi per offrire una buona esperienza, consentendo agli utenti di trovare rapidamente ciò che stanno cercando.

Di seguito abbiamo indicato alcuni importanti suggerimenti di progettazione ed alcuni metodi per individuare gli obiettivi da raggiungere, sia per il sito sia per gli utenti.

1. Concentrare l'attenzione sugli obiettivi degli utenti 
Soffermatevi un momento a riflettere e ponetevi innanzitutto questa domanda: "Come posso offrire agli utenti ciò che desiderano e realizzare al tempo stesso i miei obiettivi?.  Il primo passo per rispondere a questo quesito consiste nel capire quali sono gli obiettivi degli utenti, quali sono i vostri obiettivi e come interagiscono tra loro. Dovrete pensare a quali sono le offerte principali ed i punti di forza del vostro sito. Vi consigliamo di concentrarvi su uno o due punti di forza. Anche se il vostro sito ha tanti lati positivi, dovete porre la vostra attenzione sui contenuti più interessanti. Noi di Google disponiamo di moltissimi prodotti e funzioni di elevata qualità, tuttavia quando un utente accede al nostro sito in cerca di informazioni, sappiamo perfettamente dove indirizzarlo. Per questo motivo è la barra di ricerca che domina il centro della pagina.

Suggerimenti
Ecco alcune domande da porvi nella fase iniziale:

  • In che modo gli utenti trovano il vostro sito?
  • Che cosa stanno cercando?
  • Proponete agli utenti ciò che stanno cercando?
  • Che cosa vi aspettate dagli utenti?
  • Come ottenete dagli utenti una risposta desiderata?
Esempio
Immaginate di avere un sito di notizie tecnologiche e di avere le seguenti risposte per le domande precedenti:
  • La maggior parte degli utenti proviene dai motori di ricerca e viene indirizzata alla pagina dell'articolo.
  • L'utente sta cercando i contenuti dell'articolo che ha cercato.
  • Sulla pagina di destinazione viene visualizzato un articolo a pagina intera.
  • L'obiettivo è: mantenere vivo l'interesse degli utenti, trattenerli più a lungo sul mio sito e visualizzare più contenuti possibili. 
  • Non ne sono sicuro. È per questo motivo che sto leggendo questo post.
  • La risposta alla quinta domanda rappresenta la vera sfida: dovete dimostrare agli utenti che il sito contiene altri contenuti interessanti e dovete incoraggiarli a leggerli, ad esempio, inserendo alcuni articoli correlati o popolari nella parte inferiore di ciascun articolo.
2.  Utilizzare una struttura chiara per guidare gli utenti 

Indipendentemente dalla pagina a cui vengono indirizzati gli utenti, avete a disposizione solo pochi secondi nella prima schermata, above the fold, per attirare la loro attenzione e visualizzare le informazioni che desiderate che vedano. L'uso di una gerarchia semplice, conferirà alla pagina una struttura chiara, che guiderà gli utenti e metterà in evidenza le informazioni che riteniate siano più interessanti per loro.

Un altro aspetto da tenere presente è l'architettura delle informazioni del sito. Gli utenti sono in grado di riconoscere le pagine già visitate da quelle poco familiari, in base al metodo coerente con cui vengono organizzate e visualizzate le informazioni sul sito. Se la struttura del sito web non è logica o non corrisponde alle aspettative degli utenti, questi si sentiranno persi, non sapranno dove andare, saranno insoddisfatti e quindi decideranno di abbandonare il sito.

Suggerimenti
Per creare una struttura per la vostra pagina, utilizzate i seguenti semplici suggerimenti di progettazione:
  • Contrasto: utilizzate il colore, la saturazione o l'opacità per giustapporre gli elementi sulla pagina.
  • Dimensione: si tratta di una delle leve di progettazione più semplici per guidare gli utenti. Non abbiate paura di usare elementi di grandi dimensioni ed in grassetto, per attirare l'attenzione degli utenti sulle informazioni più importanti della pagina.
  • Allineamento: gli elementi che si trovano sullo stesso asse devono apparire correlati.
  • Spazio bianco: lasciate uno spazio vuoto attorno agli elementi specifici, sui quali desiderate attirare l'attenzione dell'utente. In questo modo, il sito avrà anche un design più accattivante.
  • Griglia: l'uso di una semplice griglia, sugli elementi di layout nella pagina, renderà il sito più ordinato e strutturato.
Esempio
I siti di giornali sono in genere un ottimo esempio per la creazione di una struttura mediante una gerarchia. Le notizie più importanti o dell'ultima ora dominano la schermata. In questo modo, queste diventano le prime informazioni visibili agli utenti. Anche i titoli principali di altre sezioni hanno grandi dimensioni e sono scritti in grassetto, in modo da consentire ad un utente che sta navigando, di individuarli rapidamente e con estrema facilità. La dimensione ed il contrasto delle foto e dei titoli, consente di guidare gli utenti attraverso la pagina.

Grazie per aver letto questo post. Vi invitiamo a tornare domani per la seconda parte della serie Approfondimenti per i publisher.

Scritto da: David Richards, Google AdSense

Risorse 
Google Analytics
Strumento gratuito di Google che consente di misurare il traffico e comprendere come gli utenti stanno utilizzando il sito. Inoltre, può aiutare a verificare l'effetto delle modifiche apportate sul rendimento del sito.

Istruzioni per i webmaster 
La creazione di una gerarchia chiara e di una mappa del sito ben strutturata aiuterà i crawler di Google a trovare e a classificare i contenuti del vostro sito.