Ottimizzare AdSense in Ad Manager

mercoledì 21 gennaio 2009 | 23:38

Labels: ,


Può essere difficile vendere pubblicità online. Può essere anche più difficile riuscire a capire come massimizzare le entrate per ogni impressione. Google Ad Manager, la nostra soluzione ospitata per la gestione della pubblicità che supporta vendita, pianificazione, pubblicazione e misurazione di tutti gli spazi pubblicitari venduti direttamente e in rete, è stato costruito per affrontare tali questioni. Ad Manager aiuta i publisher a massimizzare il valore delle loro impressioni, riducendo i costi di pubblicazione degli annunci.


Abbiamo chiesto a Nandu Ramani, Engineering Lead Manager per gli annunci, di parlarci di una delle funzioni di Ad Manager che più aiuta i publisher a massimizzare il valore delle loro impressioni: l’ottimizzazione del prezzo di Google AdSense.

Cos’è l’ottimizzazione del prezzo di Google AdSense in Ad Manager?

 Molti publisher non riescono a vendere tutto il loro inventario di annunci. In queste situazioni, i publisher non riescono a pubblicare nessun annuncio o pubblicano solo gli annunci auto promozionali, perdendo così potenziali guadagni. La funzione di ottimizzazione del prezzo in Ad Manager fornisce una soluzione automatizzata che fa si che i publisher abbiano sempre un annuncio da pubblicare anche in caso di spazi invenduti.

Abbiamo anche voluto fare in modo che, anche qualora un publisher usino multiple reti pubblicitarie, siano sempre visualizzati gli annunci più redditizi. Per certe specifiche impressioni AdSense può fornire il più alto introito per annuncio. In questo caso sarà uno degli annunci AdSense ad essere mostrato. Altrimenti verrà visualizzato l’annuncio più redditizio tra quelli degli altri network.

Come funziona la funzione di ottimizzazione del prezzo ?

Affinché AdSense possa competere contro le altre reti pubblicitarie, un publisher deve immettere manualmente il CPM per ogni rete utilizzata. Usiamo il CPM così inserito per determinare in tempo reale, per impressione, se uno degli annunci AdSense pagherà di più oppure no. Solo se l’AdSense eCPM è superiore al CPM delle reti concorrenti, sarà visualizzato uno degli annunci AdSense. Inoltre, AdSense non competerà mai con l’inventario direttamente venduto da un publisher. Per attivare la funzione di ottimizzazione dei prezzi, tutto ciò che un publisher deve fare è selezionare l’opzione durante la creazione di un inventario.

In qualità di publisher, quanto posso guadagnare utilizzando l'ottimizzazione dei prezzi di AdSense?

E 'difficile da prevedere; il modo migliore per scoprirlo è abilitare l'ottimizzazione dei prezzi di AdSense per tutte le tue aree di annunci e vedere come AdSense funziona per voi. Con l'ottimizzazione dei prezzi di AdSense, Google visualizza sempre gli annunci AdSense più redditizi tra quelli disponibili, e non diminuirà mai il prezzo dell’annuncio né mai ridurrà le tue entrate in alcun modo.

Quando dovrei usare la funzione l'ottimizzazione dei prezzi di AdSense?

Ti consigliamo di attivare l’opzione di ottimizzazione dei prezzi di AdSense per tutte le tue aree di annunci. Gli annunci AdSense verranno visualizzati solo se sono in grado di pagare di più rispetto alle alternative, quindi non c'è alcun rischio di perdere entrate.

Consigliamo inoltre di attivare il il targeting per posizionamento per i tuoi posizionamenti premium, così che gli inserzionisti AdWords possano fare offerte specificamente per gli spazi disponibili nelle tue pagine.

Interessante. Come faccio ad iniziare?

Se hai già un account Ad Manager, vai nella scheda inventario nel tuo account. Per ogni area di annunci in cui desideri attivare l'ottimizzazione dei prezzi, fai clic sul nome dell’area di annunci, seleziona l’opzione di ottimizzazione automatica delle entrate generate dagli spazi pubblicitari residui e invenduti e quindi fai clic su 'Salva.'

Se non hai ancora un account, vai su www.google.com/admanager
Quando avrai impostato il tuo inventario, assicurati di selezionare tutte le aree di annunci per l’ottimizzazione dei prezzi di AdSense.

Scritto da Stephen Kliff - Google Ad Manager Team