In azione contro la recessione con Google Analytics

mercoledì 1 luglio 2009 | 13:31

Labels: , ,

Diamo oggi inizio a un ciclo di cinque lezioni che avranno per tema come accelerare il ritmo della propria attività durante la recessione economica. Ripasseremo le nozioni di base sulla pubblicazione online per aiutarvi a far crescere il vostro business e offriremo suggerimenti su come usare al meglio AdSense e altri prodotti Google per rendere più accogliente il sito, aumentare il numero dei visitatori e le potenziali entrate e procurarsi un maggiore budget pubblicitario. Potete seguire questo ciclo di lezioni anche alla pagina google.com/ads/speedingup.


Nell'articolo di oggi Avinash Kaushik, il Web Analytics Evangelist di Google, parlerà dell'importanza di comprendere il traffico, analizzare il rendimento del sito e utilizzare i dati per prendere decisioni. Di seguito suggeriamo alcune idee che, per usare le parole di Avinash, potranno aiutare a raggiungere risultati “ragguardevoli”. Cominciate oggi stesso a sconfiggere la crisi, utilizzando strumenti gratuiti per l'analisi dei dati web come Google Analytics.




Idea 1. Scoprire quali sono le sorgenti di contenuti e di traffico che fanno tornare i visitatori verso il sito.

Quante volte un visitatore deve visitare un sito affinché venga essere considerato importante? Utilizzate il rapporto Fedeltà Visitatori nella sezione Visitatori di Google Analytics per individuare i visitatori che arrivano al sito più frequentemente.
Inserite questi dati in un segmento avanzato e applicate tale segmento ai rapporti principali per capire da dove provengono questi importanti visitatori e a quali contenuti sono maggiormente interessati. Potrete quindi utilizzare queste informazioni per ottimizzare il modo in cui si acquisiscono nuovi visitatori, per migliorare i contenuti del sito e soddisfare le aspettative dei visitatori più fedeli.


Idea 2. Capire quali pagine possono essere migliorate

Molte persone si domandano: come si può sapere quali pagine devono essere perfezionate? Si può usare il rapporto Pagine di destinazione principali nella sezione Contenuti di Google Analytics . Questo rapporto indica la prima pagina che i visitatori visualizzano quando entrano il sito. Ordinate questo rapporto in base alla frequenza di rimbalzo. La frequenza di rimbalzo misura quanti visitatori arrivano su un sito, visualizzano una sola pagina e se ne vanno (o, come dice, Avinash: "Entro, guardo e scappo"). Si possono così identificate le principali pagine di arrivo che non riescono ad ottenere nessun ulteriore clic dai visitatori: ecco trovate le pagine da migliorare.


Idea 3. Scoprite in quali pagine AdSense garantisce il migliore rendimento sul sito

Se si è collegato l’account AdSense all’account Analytics, il rapporto Principali contenuti AdSense nella sezione AdSense di Google Analytics dirà in quali pagine del sito web gli annunci AdSense ottengono il maggior numero di clic. Ciò comporta vantaggi sia per il busines che per i clienti, in quanto aiuta a capire quale tipo di contenuti si devono creare più frequentemente, a quali contenuti gli utenti sono maggiormente interessati e in quali pagine gli utenti fanno maggiormente clic sugli annunci AdSense.


Se non lo avete già fatto, collegate l’ account AdSense all’account Analytics per sfruttare a pieno tutti i vantaggi che Analytics è in grado di offrire. Se non avete ancora creato un account Analytics, potete registrarvi qui.

Altre risorse:

* Per ulteriori informazioni, consultate il blog di Avinash Occam's Razor (in Inglese), che contiene suggerimenti simili a quelli illustrati qui sopra e altri metodi per utilizzare le metriche di fedeltà dei visitatori oppure visitate il Blog ufficiale di Google.
* Per ulteriori informazioni su come utilizzare Google Analytics nel sito, consultate l'Università delle conversioni.
* Scoprite i metodi migliori per utilizzare insieme AdSense and Analytics guardando questo video.