Come evitare le truffe in Internet

martedì 25 agosto 2009 | 12:04

Labels:


In qualità di responsabile del supporto tecnico per tutta la mia famiglia, spesso mi capita di ricevere chiamate per problemi quali crash del browser e siti web ingannevoli. Di recente, mia mamma mi ha chiamato per chiedermi spiegazioni circa un presunto annuncio online di Google che offriva migliaia di dollari per lavorare da casa anche senza esperienza. Non ha acquistato nulla, tuttavia, desiderava sapere se corrispondesse a verità.

La mamma aveva ragione a essere scettica. Poiché stiamo vivendo un periodo di depressione economica, ancora più persone cercano metodi alternativi per generare entrate extra. Purtroppo, alcuni individui senza scrupoli considerano questa tendenza come un'opportunità per raggirare persone in buona fede mettendo in atto truffe e annunci che offrono grossi guadagni in poco tempo. Sono sempre più frequenti casi allarmanti in cui siti web, email e annunci pubblicitari promuovono la certezza di realizzare grossi guadagni lavorando da casa, con un impegno minimo e utilizzando i prodotti e i servizi di Google. Sono concepiti per sembrare annunci scritti da una persona normale, esattamente come potete esserlo voi, che si è imbattuta in questa incredibile opportunità per realizzare guadagni da sogno. Ciò che non indicano chiaramente è che Google non è affiliata a questi siti e che potrebbero addebitare costi aggiuntivi sulla carta di credito o utilizzare le informazioni personali in modo improprio.

Per essere chiari, siamo orgogliosi di poter affermare che molte aziende e persone fisiche guadagnano in modo totalmente legittimo, pubblicando annunci sui rispettivi siti web con Google AdSense o participando a programmi quali Google Affiliate Network. Creare un buon sito web è un'attività complessa: i siti web ben costruiti generano entrate grazie a contenuti interessanti, allo sviluppo di applicazioni utili e al mantenimento di community di utenti attive. Qualsiasi pretesa che sia possibile ignorare tutti questi passaggi e generare le stesse entrate postando link, utilizzando un sistema segreto o utilizzando un kit per la generazione automantica di siti web deve essere valutata con una buona dose di scetticismo.

Gli spammer cercano di raggiungere gli utenti generando centinaia di pagine web e inviando una quantità inimmaginabile di email di spam, e, in alcuni casi, persino acquistando spazi pubblicitari su siti web con un'ottima reputazione. Tali siti prendono di mira anche note aziende Internet. Possono includere foto di famiglia illecitamente sottratte da altri siti o immagini di presunti assegni ricevuti. Gli spammer utilizzano un'ampia gamma di metodi che tentano di superare i filtri automatici per arrivare all'utente finale. In Google, ci impegnamo al massimo per proteggere gli utenti da questi programmi illeciti utilizzando una combinazione di strumenti automatici e manuali che li rimuovono dall'indice di ricerca e dalla rete pubblicitaria. Tuttavia, le truffe sono indirizzate a numerose aziende e gli annunci fraudolenti vengono pubblicati in numerose aree del Web, pertanto è necessario collaborare. Google collabora con numerosi enti governativi e non per la tutela del consumatore, ad esempio la Federal Trade Commission che si occupa di eseguire indagini approfondite su tali tipi di attività (http://ftc.gov/opa/2009/07/shortchange.shtm).

Come identificare le truffe e altre attività fraudolente

In generale, se sembra troppo bello per essere vero, probabilmente si tratta di una truffa. Di seguito, sono riportate alcune indicazioni da tenere presente:

* Prima di compilare un modulo o inserire i dati della carta di credito, eseguire una ricerca web per verificare i commenti di altri utenti sull'azienda e sulle relative pratiche.

* Diffidare delle aziende che richiedono il pagamento di costi per servizi che Google offre gratuitamente. Prima di emettere un assegno, consultare la pagina relativa alle soluzioni aziendali di Google.

* Leggere sempre con attenzione le clausole con caratteri minuti. Fare attenzione agli annunci che promuovono grossi guadagni in poco tempo che prevedono un pagamento iniziale minimo poiché spesso dopo poco tempo passano all'addebito illecito di somme elevate sulla carta di credito o sul conto bancario.

* Google non garantisce mai la migliore posizione nei risultati di ricerca o in AdWords : diffidare delle aziende che sostengono di poter garantire il ranking in virtù di un rapporto speciale con Google o che pubblicizzano un "invio prioritario" a Google. Non esiste alcun invio prioritario per Google. Di fatto, l'unico modo per inviare un sito direttamente a Google è tramite la nostra pagina Aggiungi URL o tramite il programma Sitemaps. Gli utenti possono eseguire tali attività in autonomia e senza sostenere alcun costo.

* Diffidare di qualsiasi tipo di modello piramidale (marketing multilivello) (http://www.sec.gov/answers/pyramid.htm), che prevede il guadagno di una commissione per ciascun nuovo partecipante reclutato nel programma.

* Alcuni annunci cercano di raggirare gli utenti utilizzando la parola "Google" o altri marchi all'interno del proprio nome e avvalendosi del targeting basato su frasi quali "contanti", "giorno di paga", "denaro", "segreti", "lavoro da casa", e così via. Se il nome citato non compare nell'elenco dei prodotti Google o nella pagina delle soluzioni aziendali, non è attendibile.

* Cercare una conferma presso terze parti. I truffatori possono tagliare e incollare le immagini per contrassegnare un sito con indicazioni quali "come in TV", "recensioni a cinque stelle" e i logo di canali di news noti. I prodotti realmente consigliati dagli esperti e dagli altri utenti generalmente contengono i link ai siti di news legittimi e a numerosi siti di recensioni degli utenti.

* In riferimento alle email indesiderate che pubblicizzano guadagni insperati con Google AdWords adottare lo stesso comportamento scettico che di norma si riserva agli annunci relativi agli integratori alimentari per "bruciare i grassi durante il sonno" o alle richieste di trasferimento di fondi da dittatori deposti. In generale, fare attenzione alle offerte di aziende che inviano email inaspettate. È sorprendente, ma anche Google riceve email di spam come quella riportata qui di seguito:

"Dopo aver visitato il suo sito web abbiamo notato che non è presente nell'elenco dei principali motori di ricerca e directory..."

* Google non organizza lotterie e non sceglie gli indirizzi email degli utenti per assegnare milioni di dollari. Non comunicare mai i dati del conto bancario via email in previsione di un grosso jackpot.

Che cosa è possibile fare




* Se siete stati truffati o sospettate che altri lo siano, segnalate il sito e inviate un reclamo all'autorità competente.

* Se vi imbattete in molti siti con contenuti duplicati o modelli comuni con il fine di indirizzare gli utenti allo stesso prodotto o programma, inviate una segnalazione di spam.

* Se siete stati contattati con la richiesta di inserire link sospetti sul vostro sito in cambio di denaro, compilate il modulo di segnalazione per i link a pagamento. Se disponete di un sito web o vi occupate della pubblicazione di annunci pubblicitari su un sito, riflettete attentamente prima di accettare annunci o di partecipare a programmi di affiliazione che indirizzano gli utenti a programmi come quelli indicati sopra.

* Se nelle sezioni dei forum o dei commenti del vostro sito avete ricevuto email di spam con offerte contraffatte che pubblicizzano guadagni favolosi, potrebbe essere necessario avviare la procedura di ricorso contro lo spam dei commenti. Gli spammer approfittano di tutte le sezioni con contenuti generati dagli utenti e possono generare migliaia di profili utente contraffatti per evitare di essere scoperti.

* Se ricevete messaggi sospetti da Google, potrebbe trattarsi di un tentativo di phishing. Segnalateli all'indirizzo phishing@google.com.