Che cosa fare e non fare per aumentare il costo per clic (CPC)

venerdì 25 marzo 2011 | 15:56

Labels: ,

Oggi, desideriamo illustrarvi alcune strategie che potenzialmente possono contribuire all'aumento del costo per clic (CPC) delle vostre unità pubblicitarie.

Sebbene non sia possibile quantificare un CPC alto o basso, esistono diverse azioni che possono essere intraprese (e alcune che vanno evitate) quando si cerca di aumentare il CPC degli annunci del sito. Di seguito, sono riportate alcune buone norme che vi invitiamo a considerare:

Che cosa fare:

  • Attivate in tutte le unità pubblicitarie la pubblicazione sia degli annunci di testo che degli annunci illustrati/rich media. Con l'aumento del numero di inserzionisti che concorrono per le vostre unità pubblicitarie, l'asta dell'annuncio porterà alla pubblicazione dell'annuncio con l'offerta maggiore. Seguite l'esempio di uno dei nostri publisher che ha apportato questa modifica e modificate tutte le vostre unità pubblicitarie contemporaneamente con la nuova interfaccia di AdSense.
  • Evitate di avere un elenco di filtri troppo lungo in modo da non ridurre il potenziale di entrate bloccando gli annunci con le offerte più alte. Per capire meglio l'asta dell'annuncio e come aumentare la concorrenza per il vostro spazio pubblicitario, guardate questo video.
  • Fate in modo che aumenti il numero di annunci che concorrono per il vostro sito impostando canali personalizzati per il targeting per posizionamento. Leggete questo post per ulteriori dettagli e istruzioni su come procedere con l'impostazione.
  • Gli annunci che presentano l'offerta maggiore verranno pubblicati nell'unità pubblicitaria che appare per prima nel codice HTML. Per trarre il massimo vantaggio, dovete individuare le unità pubblicitarie con la percentuale di clic (CTR) più alta utilizzando i canali personalizzati. Successivamente, potete modificare il codice del sito web per assicurarvi che l'unità pubblicitaria con il miglior rendimento sia quella con gli annunci dall'offerta più alta.


Che cosa non fare:
  • Alcuni publisher credono di poter generare entrate maggiori con il sito includendo contenuti correlati a parole chiave ritenute ad alto rendimento. Questa non è una pratica che incoraggiamo. In realtà, consigliamo sempre di trattare argomenti che conoscete e che vi entusiasmano per poter continuare a creare contenuti originali e accattivanti che attirino i visitatori verso il vostro sito.
  • Non utilizzate contenuti non originali: è una violazione delle nostre norme pubblicitarie.
  • Non create diversi account: i publisher non possono avere più account AdSense con lo stesso nome beneficiario. Inoltre, l'uso del codice degli annunci di diversi account sullo stesso sito web non incide in alcun modo sul CPC.
  • Infine, il comportamento, il targeting o la pubblicazione normale degli annunci non possono essere manipolati in alcun modo che non sia esplicitamente consentito da Google. In caso di dubbi, consultate il regolamento del programma Google AdSense.


Ci auguriamo che questo post vi aiuti a ottimizzare l'implementazione di AdSense e a far aumentare il CPC. Inviateci un commento con i risultati ottenuti.


1 comments :

Acquanet ha detto...

Un bel pò di dritte per aumentare il CPC nel rispeto delle regole, ottimo articolo!